Puoi usare i preservativi in acqua?

Torna a Blog
preservativi in acqua

Puoi usare i preservativi in acqua?

La domanda di oggi è: si può usare i preservativi in acqua ? Scopriamolo in questo articolo.

Per tutti voi che avete mai pensato che non c’è niente di più romantico del fare sesso in acqua, potreste volerci ripensare. Siamo d’accordo sul fatto che l’idea sembra allettante, soprattutto a causa di tutti i film romantici che la ritraggono come qualcosa di così facile da fare che sembra quasi una routine perfettamente sicura.

Sesso in acqua per rompere la routine

Cerchiamo sempre di esplorare nuovi modi per fare sesso migliore; vogliamo rompere la routine, e talvolta farlo a letto semplicemente non è così creativo e avventuroso come vogliamo.

Per non parlare del fatto che vuoi unire divertimento e comfort, il che significa fare sesso giocoso e divertente e allo stesso tempo essere protetto dal caldo dell’estate.

Allo stesso modo, fare sesso in acqua durante l’inverno garantisce un modo più rapido per riscaldarti. Quindi perché fare sesso in acqua non è così raccomandabile?

I preservativi sono riconosciuti per il loro scopo come protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili e dalla gravidanza , ma solo se utilizzati correttamente senza alcun contatto con l’acqua. Se vuoi rischiare e usare ancora il preservativo sott’acqua, tieni presente quanto segue:

Rischi nell’usare i preservativi in acqua

Prima di tutto, rischi che i preservativi in acqua scivolino via subito dopo essere entrato in acqua. Non c’è assolutamente alcuna garanzia che rimanga funzionale, perché è probabile che l’acqua si trovi tra il preservativo e il tuo pene in un dato punto. Allo stesso modo, è probabile che le spinte pelviche durante il rapporto causino la stessa cosa.

Quando ciò accade, è impossibile rimetterlo se scivola perché l’acqua avrà già danneggiato il lubrificante e il lattice. L’unica cosa che puoi fare è uscire dall’acqua e mettere un nuovo preservativo. Ma non vale la pena interrompere l’atmosfera solo per prevenire incidenti come questi, non credi?

Come sono fatti i preservativi

Generalmente, i preservativi sono realizzati in lattice, che è un tipo di gomma resistente o in materiale plastico, nel caso in cui tu o il tuo partner siate allergici al lattice (che è un evento molto raro ma possibile).

Durante la loro fabbricazione, i preservativi sono testati per la loro durata e sicurezza dalla rottura. Durante i test vengono riempiti con acqua all’interno per garantire che non forino sotto la pressione causata dall’eiaculazione e per vedere se ci sono altre imperfezioni, come strappi o buchi, che sono il risultato di incidenti meccanici durante la produzione.

I preservativi che presentano anche le più piccole imperfezioni vengono ritirati dai negozi, il che significa che garantiscono un elevato livello di sicurezza durante l’uso corretto.

All’esterno i preservativi sono rivestiti con lubrificanti a base d’ acqua per facilitarne l’inserimento, e qui sta il problema. L’acqua può facilmente lavare via il lubrificante , il che significa che non solo il rapporto sessuale sarà scomodo e doloroso per il tuo partner, indipendentemente dal fatto che pratichi sesso vaginale o anale , ma c’è anche un’alta probabilità che il lattice si indebolisca, aumentando così il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili o gravidanza.

Inoltre

il cloro e l’acqua salata sono altrettanti nemici, perché non solo possono causare prurito ai genitali, ma rendono anche il preservativo estremamente fragile.

Se pensavate di poter usare solo lubrificanti a base di olio, ritenendo che non danneggino il preservativo, vi sbaglierete molto perché danneggeranno il lattice e, di nuovo, causeranno la rottura del preservativo nei momenti meno desiderabili.
Inoltre, non ci sono abbastanza ricerche disponibili per supportare l’efficacia dei preservativi sott’acqua.

Soluzione per usare i preservativi in acqua

Detto questo, se desideri ancora fare sesso in acqua e sei determinato a renderla un’esperienza piacevole, allora c’è una cosa che puoi usare per ridurre al minimo il rischio di malattie sessualmente trasmissibili e gravidanza. È qui che arrivano i preservativi femminili o interni .

Simile ai normali preservativi, i preservativi femminili sono rivestiti con lubrificante sia all’interno che all’esterno, offrendo comfort e facilità d’uso per entrambi i partner. Può essere inserito ore prima del rapporto, quindi non devi perdere tempo prezioso nel tentativo di inserirlo quando sei nel pieno del momento.

È un po’ meno affidabile di un preservativo normale , circa il 95% circa, se usato correttamente, rispetto al 98% se si usa un preservativo maschile, quindi il rischio di rimanere incinta aumenta. Inoltre, tieni presente che è più difficile da inserire rispetto al preservativo normale.

Il più grande svantaggio tra preservativi maschili e femminili è che quest’ultimo non è così ampiamente disponibile. Sebbene sia possibile trovarli nella maggior parte delle farmacie, sono molto più costosi e come tali non disponibili per la maggior parte delle coppie.

Per fortuna puoi trovare i preservativi femminili sul nostro portale 😉

Per concludere

Anche se abbiamo elencato molte cose che rendono difficile fare sesso in acqua, non lasciarti scoraggiare.

Potresti scoprire che vale la pena rischiare, soprattutto se conosci molto bene il tuo partner e credi di essere entrambi in buona salute. Le avventure occasionali verso l’ignoto possono essere assolutamente utili per la tua vita sessuale.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna a Blog